Con un coltello rapinano e violentano giovane prostituta: arrestati quattro uomini

Il fatto è successo pochi giorni fa, quando la donna, di 27 anni, è stata abbordata lungo la Statale 673 da una Volkswagen Passat. A bordo però vi erano quattro uomini che l'hanno aggredita stessa e costretta a salire in auto. Così è iniziato l'incubo

La conferenza stampa

Per oltre due ore nelle rete dei suoi aguzzini. E’ l’incubo vissuto da una giovane prostituta nigeriana vittima di rapina, sequestro di persone e violenza sessuale ad opera di quattro soggetti di nazionalità rumena, tutti individuati dai carabinieri a poche ore dal fatto e arrestati.

Il fatto è successo pochi giorni fa, in tarda serata, quando la donna, di 27 anni, è stata abbordata lungo la Statale 673 da una Volkswagen Passat. A bordo però vi erano quattro uomini che l’hanno aggredita stessa e costretta a salire in auto. Qui, sotto la minaccia di un coltello, la donna è stata rapinata di un telefono cellulare e di alcune banconote per complessivi 50 euro, mentre gli uomini iniziavano a spogliarla e ad abusare di lei.

I quattro hanno portato la vittima in un casolare abbandonato in agro di Orta Nova e qui, a turno, hanno abusato della donna per circa due ore, tenendola sempre sotto la costante minaccia della lama. Dopo ore di violenze e abusi, approfittando di un momento di distrazione degli aguzzini, la donna è riuscita a fuggire, scappando seminuda lungo la Provinciale 86, dove è stata notata e soccorsa da un vigilantes che ha allertato i carabinieri.

La vittima, sebbene sotto shock, è riuscita a fornire precise indicazioni in merito al luogo della violenza e all’auto utilizzata dagli uomini. Così nel giro di poche ore, i carabinieri sono risaliti al covo dei quattro, trovando tre di loro ancora sul posto. Nel casolare, vi era la refurtiva sottratta alla donna e il coltello utilizzato per costringere la donna.

Il quarto soggetto è stato rintracciato poco dopo a Carapelle, nella sua abitazione. Nell’auto, vi erano ancora i vestiti strappati alla vittima durante il tragitto. I quattro, indentificati come Paul Gorea e Alexandru Balcanu di 35 anni, Mariun Gorban di 20 e Vasile Iliuta di 32 sono stati associati al carcere di Foggia, mentre la vittima - dopo le cure dei medici del pronto soccorso cittadino – è stata affidata ad una casa famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento