Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Cerignola / Via Ortale San Domenico

Cerignola: polizia insegue e arresta barista, aveva 1,1 kg di cocaina nel borsello

L'arresto di Vincenzo Lapiccirella è avvenuto in seguito ad un esposto giunto in Commissariato. Lo stupefacente avrebbe prodotto oltre 5000 dosi per un valore commerciale di 250mila euro

Un altro cittadino esasperato dal crimine e dal malaffare. Un altro esposto – questa volta firmato con nome e cognome – presentato agli uffici del commissariato di Cerignola, una segnalazione puntale e circostanziata che ha permesso agli agenti agli ordini del vice questore aggiunto Loreta Colasuonno di eseguire, lo scorso martedì pomeriggio, l’arresto di Vincenzo Lapiccirella, 41enne del posto, titolare di una bar in città, persona più che nota alle forze dell’ordine poiché a suo carico pendono già diversi precedenti di polizia per traffico di stupefacenti e ricettazione. Lo stesso, trovato in possesso di oltre un chilo di cocaina purissima, dovrà rispondere di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nell’esposto, infatti, si riferiva di sicuri traffici illeciti che avvenivano nella zona del castello, sotto gli occhi di tutti: famiglie, giovani e giovanissimi. Sulla scorta della segnalazione, sono scattate le immediate indagini degli agenti del commissariato cittadino che ha inviato in quella zona una pattuglia del reparto Prevenzione Crimine di Bari, ormai di stanza fissa a Cerignola, per effettuare un posto di controllo.

La conferma a quanto dichiarato nell’esposto non tardava ad arrivare in quanto, di lì a poco, sopraggiungeva una fiammante Audi A3, con a bordo il solo autista, al quale veniva intimato l’alt, ma senza alcun effetto. Il conducente, infatti, invece di fermarsi aumentava la velocità cercando di far perdere le proprie tracce e rischiando di investire gli agenti stessi.

Ne è scaturito, dunque, un pericoloso inseguimento concluso in via Ortale San Domenico, quando il conducente dell’Audi impattava con un’altra autovettura regolarmente parcheggiata. Inutile la fuga a piedi ingaggiata dall’uomo: bloccato e ammanettato poco dopo dagli agenti è stato ritrovato in possesso di un blocco di cocaina purissima del peso di quasi 1,1 kg occultato nel borsello che aveva a tracollo.

CERIGNOLA, ARRESTATO BARISTA: VIDEO

La successiva perquisizione presso il domicilio dello stesso permetteva di rinvenire banconote di vario taglio per un totale di 3200 euro, sottoposte a sequestro. Da analisi effettuate presso il laboratorio di Polizia Scientifica, si appurava che dalla sostanza rinvenuta si potevano ricavare circa 5000 dosi se non fosse stata tagliata con altre sostanze; se detta sostanza fosse stata immessa nel mercato dello spaccio di sostanze stupefacenti avrebbe potuto fruttare circa 250.000 mila euro.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerignola: polizia insegue e arresta barista, aveva 1,1 kg di cocaina nel borsello

FoggiaToday è in caricamento