Cronaca Via Generale Carlo Alberto dalla Chiesa

In giro con pistola pronta a sparare: arrestato Notarangelo, cugino di 'Cintaridd'

Il 24enne è stato fermato in via Generale Dalla Chiesa. Nella cintura del pantalone, una Beretta 7.65 con matricola abrasa, pronta all'uso, con cane armato, colpo in canna e completa di caricatore

Colpo in canna e pistola pronta a fare fuoco. Danilo Notarangelo, 24enne di Vieste, figlio di un cugino del presunto boss Angelo Notarangelo, ucciso in un agguato lo scorso 26 gennaio, a Gattarella, è stato arrestato dai carabinieri della locale tenenza per detenzione e porto illegale di arma da sparo e ricettazione.

I militari di pattuglia hanno notato due soggetti – il 24enne ed altro membro della famiglia - percorrere a piedi via Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e, non appena hanno scorto i militari hanno fatto una deviazione nel tragitto, con passo nervoso e spedito verso un piazzale poco illuminato, dove potevano nascondersi tra le numerose abitazioni. Questa mossa repentina ha insospettito i militari che hanno deciso di seguirli, bloccarli e procedere ad un controllo.

All’esito di perquisizione personale, i carabinieri hanno trovato e sequestrato - agganciata alla cintura dei pantaloni del 24enne - una pistola Beretta 7.65 con matricola abrasa, pronta all’uso, con cane armato, colpo in canna e completa di caricatore con sette cartucce. Per il fatto, Danilo Notarangelo è stato arrestato e associato al carcere di Foggia. Sull’arma verranno effettuati gli accertamenti balistici di rito per verificarne l’eventuale utilizzo in fatti delittuosi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In giro con pistola pronta a sparare: arrestato Notarangelo, cugino di 'Cintaridd'

FoggiaToday è in caricamento