Cronaca

Arrestato presunto usuraio, vittima pensionata foggiana: “Denunciare conviene”

Così il presidente della Fondazione Antiusura 'Buon Samaritano', di Libera e dell'associazione Antiracket 'Giovanni Panunzio'

Pippo Cavaliere, Cristina Cucci e Daniele Marcone hanno rivolto un plauso alle forze dell’ordine e alla Procura della Repubblica di Foggia per “la brillante operazione che ha portato all’arresto di un presunto usuraio in flagranza di reato”. Il fermo é stato eseguito dai carabinieri mentre il presunto usuraio – un imprenditore foggiano - riscuoteva l'ennesimo acconto. “L'operazione – dicono il presidente della Fondazione Antiusura ‘Buon Samaritano’, di Libera e dell’associazione Antiracket ‘Giovanni Panunzio’ - assume importanza ancora maggiore in considerazione della circostanza che la relativa denuncia è stata sporta dalla vittima solo pochi giorni prima del fermo”.

Alla vittima, una signora in pensione, non è mancato il coraggio di ribellarsi e di denunciare l’aguzzino. “Immediata e decisa, quindi, la risposta dello Stato, che in meno di 15 giorni, con grande professionalità e dedizione, é riuscito a raccogliere le prove necessarie e sufficienti per l'arresto. Ancora una volta si ritiene doveroso evidenziare come la collaborazione delle vittime costituisca un elemento irrinunciabile e fondamentale per fronteggiare il fenomeno criminale, per assicurare tempi rapidi e certi alla giustizia,e soprattutto per sentirsi nuovamente liberi. Denunciare conviene, ma è anche un dovere” concludono.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato presunto usuraio, vittima pensionata foggiana: “Denunciare conviene”

FoggiaToday è in caricamento