Laboratorio di droga fai-da-te, scoperta serra di marijuana in un appartamento: arrestato 46enne

Accade a Torremaggiore. Sequestrato un locale adibito a serra; recuperate piante di marijuana, in piena fase vegetativa, alte circa un metro e arbusti in fase di essiccazione per potenziali 2.100 dosi da smerciare sulle piazze dello spaccio

La serra scoperta

Un appartamento-serra per la produzione di marijuana in casa. E’ quello scoperto a Torremaggiore, dai militari della guardia di finanza, nell’ambito del dispositivo permanente di contrasto ai traffici illeciti.

Nel dettaglio, le fiamme gialle hanno scoperto e sequestrato in un appartamento a Torremaggiore un laboratorio domestico per la produzione di marijuana e tratto in arresto, per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, un pregiudicato 46enne con precedenti per reati di droga. I baschi verdi della compagnia di San Severo hanno rinvenuto, all’interno di un’abitazione, una serra fai-da-te dotata di tutte le sofisticate strumentazioni necessarie per la coltivazione e l’essicazione di piante di cannabis.

L’ampio locale dedicato alla coltivazione delle piante era stato attrezzato nei minimi dettagli, con una tenda dotata di pareti rivestite di materiale riflettente, un impianto di irrigazione, ventilatori e climatizzatori per la regolazione della temperatura, un sistema di misurazione dell’umidità nonché lampade alogene per mantenere l’esposizione alla luce, oltre a numerosi fertilizzanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul terrazzo dell’abitazione, esposte alla luce solare, le fiamme gialle hanno rinvenuto altre piante di marijuana, in piena fase vegetativa, alte circa un metro e arbusti in fase di essiccazione. Le analisi chimiche eseguite sulle 40 piante sequestrate hanno quantificato la possibile produzione di sostanza stupefacente in circa 2.100 dosi da smerciare sulle piazze. Tutto il materiale ritrovato e utilizzato per la produzione e confezionamento dello stupefacente e la canapa indiana sono stati sequestrati ed il responsabile, su disposizione della procura di Foggia, è stato posto agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi nel Foggiano e tre focolai (circoscritti). In Puglia 20 contagiati e nessun morto

  • "Ho ancora i brividi". Terrore sulla superstrada del Gargano, auto semina il panico e si schianta: "Salvi per miracolo"

  • Coronavirus, sette casi in Puglia: quattro nuovi contagiati nel Foggiano

  • Terribile incidente stradale a Cerignola: 21enne muore sul colpo, 'miracolati' altri due giovani

  • Intenso nubifragio su Foggia: allagamenti e black out in città, chiuso il sottopasso di via Scillitani

  • Il mare agitato tiene 'in ostaggio' 7 persone (tra cui 3 bambini): militare di Amendola si tuffa in acqua e le salva: "Ho temuto anch'io"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento