Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Torremaggiore / Via Custoza

A bordo di un'auto rubata elude l'alt dei carabinieri: preso dopo inseguimento

Il 23enne di Torremaggiore è stato arrestato dopo un inseguimento per le vie del centro. Viaggiava su una Lancia Delta rubata a Campomarino con targhe tedesche

E’ stato arrestato dai carabinieri di Torremaggiore con l’accusa di ricettazione, riciclaggio d’auto e resistenza a pubblico ufficiale, il 23enne che in pieno giorno, alla vista dei militari, a bordo di una Lancia Delta di colore grigio, ha provato a dileguarsi con una manovra fulminea e pericolosa. I militari sono riusciti a sbarrargli la strada ma il conducente è riuscito ugualmente a fuggire innestando la retromarcia e imboccando la centralissima via Custoza, mettendo in serio pericolo l’incolumità di passanti e automobilisti.

La sua fuga finiva pochi secondi dopo, quando inseguito e raggiunto, rimaneva intrappolato tra la pattuglia del 112 ed alcuni veicoli che nel frattempo erano sopraggiunti alle loro spalle. L’auto, un ultimo modello, risultava immatricolata in Italia ma aveva le targhe tedesche, mentre sul cruscotto era stata appoggiata una targa palesemente falsificata. In prossimità dello sterzo, invece, risultava applicato un nottolino di  accensione del quadro elettrico ed una chiave non originale, mentre il blocca sterzo si presentava forzato, tant’è che la vettura risultava rubata nell’agosto scorso a Campomarino.

Il controllo veniva esteso anche al vano motore, dove risultava collegata una centralina elettrica diversa da quella della casa madre, il cui contrassegno d’identificazione – che dovrebbe riportare il numero di telaio del mezzo – risultava staccato.  Alla luce di tutto ciò i carabinieri sottoponevano Fiorenzo Pio Luciano a fermo di indiziato di delitto per i reati di ricettazione, riciclaggio e resistenza a pubblico ufficiale. Ora si trova nel carcere di Foggia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A bordo di un'auto rubata elude l'alt dei carabinieri: preso dopo inseguimento

FoggiaToday è in caricamento