Torremaggiore: aggredì parente con l’accetta, 47enne ai domiciliari

L'arrestato per futili motivi aveva preso un'accetta nel cofano della macchina e aveva aggredito il parente. La vittima era riuscita a limitare i danni riparandosi e dandosi alla fuga

Pattuglia del 112

I Carabinieri della Stazione di Torremaggiore hanno eseguito il provvedimento di detenzione domiciliare emesso dal Tribunale di Lucera a carico di P.F., 47enne del luogo, responsabile del reato di lesioni personali aggravate e minaccia.

Tempo addietro l’uomo. per futili motivi, aveva aggredito un suo parente ingiuriandolo e minacciandolo. Subito dopo il diverbio, non soddisfatto, si era procurato un’accetta che aveva nel cofano della propria autovettura e aveva colpito la controparte approfittando che questa gli dava le spalle.

Fortunatamente l’aggredito era riuscito ad accorgersi dell’arrivo del fendente e si era riparato istintivamente con le braccia riuscendo a limitare i danni de colpi infertigli dandosi poi alla fuga.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento