Cronaca Centro - Piazza Giordano / Piazza Umberto Giordano

Entra in un negozio e tenta di violentare commessa: ai domiciliari 29enne

L'uomo, cittadino albanese dimorante in provincia di Roma, è indagato per i reati di violenza sessuale e lesioni aggravate. La vicenda risale al 9 settembre scorso

Violenza sessuale e lesioni aggravate ai danni di una ragazza di Foggia, commessa in un negozio in pieno centro. Sono i reati per i quali risulta indagato un cittadino albanese di 29 anni, residente in provincia di Roma.

Lo scorso 12 gennaio, infatti, il personale della III sezione della Squadra Mobile di Foggia ha eseguito una ordinanza misura cautelare personale degli arresti domiciliari nei confronti del 29enne che, il 9 settembre dello scorso anno entrò in un negozio in piazza Umberto Giordano e, con una scusa, aggredì e tentò di violentare la commessa.

L’attività investigativa è partita a seguito della denuncia della vittima, una ragazza di 30 anni, foggiana. La donna, dopo aver provveduto all’apertura pomeridiana dell’attività commerciale, aver attivato il sistema di videosorveglianza e dopo aver indossato gli abiti di lavoro all’interno di uno sgabuzzino-bagno attiguo, si è posizionata in un angolo del negozio per la sistemazione di alcuni capi di abbigliamento.

LEGGI ANCHE: TENTA DI VIOLENTARE COMMESSA, E' LIBERO

Contemporaneamente, all’interno del locale si è introdotto il giovane che - dopo essersi accertato che nel negozio non vi fosse nessun altro -  ha raggiunto il banco vendita e ha iniziato a far credere alla ragazza di averlo già conosciuto in passato. La vittima, percependo di essere in pericolo, ha iniziato ad indietreggiare nel tentativo di prendere il proprio cellulare all’interno della borsa per poi dirigersi verso l’uscita.

Ma l’intruso, resosi conto delle intenzioni della vittima, è riuscito dapprima ad afferrarla con forza ad un braccio e a spingerla violentemente a terra all’interno del locale, bloccandola con il suo corpo e cercando un approccio sessuale. La ragazza, urlando, è riuscita a divincolarsi dalla presa e l’uomo, impaurito per la possibilità che qualche passante udisse, si è precipitato verso l’uscita.

Vittima, ancora scossa ed in lacrime, è uscita dal negozio e ha notato alcuni vigili urbani in servizio poco lontano e ha raccontato loro l’accaduto, fornendo le sembianze fisiche dell’aggressore. Gli uomini della polizia municipale si sono subito messi sulle tracce dell’uomo, individuato poco dopo e riconosciuto dalla vittima.

La successiva attività d’indagine espletata dal personale della squadra mobile, consistita nell’acquisizione delle immagini di video sorveglianza interna e dell’ascolto della vittima alla presenza di una psicologa, ha consentito al Pm titolare delle indagini di richiedere una misura cautelare personale in virtù del motivo che i fatti raccontati dalla denunciante corrispondevano in tutto a quanto accaduto e filmato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra in un negozio e tenta di violentare commessa: ai domiciliari 29enne

FoggiaToday è in caricamento