rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Cronaca

23enne va su tutte le furie, urla e sferra calci e sputi contro un poliziotto: arrestato

E' successo presso la Questura di Rimini. Il ragazzo della Guinea è stato arrestato con le accuse di violenza, minacce e resistenza a pubblico ufficiale.

Un 23enne della Guinea residente a Foggia è stato arrestato venerdì scorso a Rimini per aver aggredito un agente di polizia con improperi, calci e sputi.

Come riporta RiminiToday, il ragazzo si era recato presso l'ufficio immigrazione per ritirare il permesso di soggiorno prorogatogli per sei mesi da una commissione che in prima istanza gli aveva negato il rinnovo ma contro il quale il ragazzo aveva presentato ricorso e ottenuto una proroga (era arrivato in Italia nel 2017 ed era stato munito di un permesso di soggiorno per motivi umanitari della durata di 2 anni)

Quando il ragazzo ha visto che gi veniva consegnato un documento cartaceo al posto di quello elettronico e che aveva una validità di soli 6 mesi, ha iniziato ad andare su tutte le furie, urlando, sia in italiano che in inglese, una serie di improperi. Nemmeno l'intervento del mediatore culturale è riuscito a calmare lo straniero.

Il guineano ha continuato ad essere sempre più aggressivo, a prendersela con l'agente che gli aveva consegnato il permesso di soggiorno cartaceo tanto da arrivare ad aggredirlo con calci e sputi. A questo punto, vista la situazione, si è reso necessario bloccarlo con la forza e arrestarlo con le accuse di violenza, minacce e resistenza a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

23enne va su tutte le furie, urla e sferra calci e sputi contro un poliziotto: arrestato

FoggiaToday è in caricamento