Cronaca Lucera

Fece esplodere petardo sotto casa della sua ex-fidanzata: ai domiciliari 22enne

Il giovane dovrà ora rispondere dei reati di stalking e porto di esplosivi in luogo pubblico. Dalla fine della relazione, ilos tesso continuava a perseguitare la sua ex con pedinamenti e messaggi telefonici dal tenore molesto e minaccioso

Il 22 dicembre scorso aveva fatto esplodere un grosso petardo vicino il portone d’ingresso di un condominio, con conseguente rottura dei vetri e danni. Per questo, un 22enne lucerino, dovrà rispondere dei reati di atti persecutori e porto di esplosivi in luogo pubblico, a seguito di ordinanza di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Foggia.

In quel condominio, infatti, vive la famiglia della sua ex-fidanzata e il movente del gesto, per i militari, è da rintracciare proprio nel risentimento provato dall’uomo dopo la fine della relazione, durata circa 4 anni e terminata nell’aprile 2013 per volontà della ragazza. Nel corso degli accertamenti finalizzati a ricostruire la dinamica dell’accaduto, infatti, è stato possibile riscontrare la presenza dell’indagato, in quel luogo, proprio nell’orario dell’esplosione.

Inoltre, veniva da subito accertato il possibile movente, ovvero il risentimento dallo stesso nutrito nei confronti della sua ex: dalla fine della relazione, infatti, il 22enne aveva continuato a perseguitare la donna con pedinamenti, appostamenti e continui messaggi telefonici dal tenore molesto e minaccioso. E’ stato inoltre accertato che, in un’occasione, lo stesso aveva aggredito un nuovo conoscente della ragazza, probabilmente al fine di dissuaderlo nella frequentazione. L’arrestato è stato tradotto nella sua abitazione, in regime di arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fece esplodere petardo sotto casa della sua ex-fidanzata: ai domiciliari 22enne

FoggiaToday è in caricamento