rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Manfredonia / borgo mezzanone

Invaghito di una professoressa, esce dal carcere e torna alla carica: arrestato

Il cittadino malese era stato già arrestato nel settembre scorso per stalking in danno della docente di italiano del Cara. Uscito dal carcere è tornato alla carica, ma è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale

E’ tornato alla carica il cittadino malese di 30 anni, Malick Diallo, che nel settembre del 2015 è stato arrestato dai carabinieri per il reato di stalking ai danni della professoressa di lingua italiana in servizio presso il Cara di Borgo Mezzanone.

Non appena il 30enne è uscito dal carcere, infatti, si è precipitato nella borgata in cerca della sua professoressa (che però non presta più servizio presso il Centro di Accoglienza), perseguitata per mesi. Il malese, infatti, si era invaghito dell’insegnante di italiano, al punto da perseguitarla con telefonate, sms ed incursioni durante le ore di lezione. L’uomo, per tali fatti, venne tratto in arresto e recluso per alcuni mesi in carcere.

Tragica la conseguenza che l’uomo prospettava alla professoressa, incurante del fatto che la stessa fosse sposata e che non ricambiasse minimamente le sue attenzioni: l’avrebbe uccisa e poi si sarebbe tolto la vita. Giunto nuovamente al Cara nel tentativo di rivedere la donna, assente, l’uomo ha minacciato e si è opposto ai carabinieri intervenuti per allontanarlo dalla struttura, colpendo loro con calci e pugni. Risponderà del reato di di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Invaghito di una professoressa, esce dal carcere e torna alla carica: arrestato

FoggiaToday è in caricamento