Sparò tra la folla davanti al bar, arrestato. Il 27enne ferito: "Io vittima di estorsione"

Arrestato Leonardo De Angelis, detto "Nino Taccone". Per i carabinieri di San Nicandro e San Severo è l'autore della sparatoria avvenuta la notte tra il 13 ed il 14 agosto in via Papa Giovanni XXIII

Un fotogramma

Un violento litigio e poi gli spari, tra la folla, dinanzi ad un frequentato bar della movida di San Nicandro Garganico. E’ quanto accaduto la notte tra il 13 ed il 14 agosto lungo la centralissima via Papa Giovanni XXIII dove, al termine di un litigio, un 25enne del posto ha estratto una pistola modificata calibro 7,65 dal borsello indirizzandola contro un giovane sannicandrese, ferito all’addome.

Un colpo è andato a segno, l’altro si è inceppato nell’arma impugnata, sostengono i carabinieri, da Leonardo De Angelis, meglio noto in paese come “Nino Taccone”, che adesso dovrà rispondere dei reati di tentato omicidio e porto abusivo di arma da sparo alterata. Le immagini del litigio e del ferimento sono state riprese dalle telecamere dell’impianto di videosorveglianza dell’attività.

Dal filmato, infatti, si vede De Angelis inveire contro la vittima, mentre altri ragazzi cercano di frapporsi tra i due. Ad un certo punto, l’arrestato estrae una pistola e spara un colpo contro Stocola; questi, colpito all’addome, si accascia a terra. Il De Angelis, prima di allontanarsi in tutta fretta a bordo del suo scooter, tenta di sparare un secondo colpo all’indirizzo della vittima, ma la pistola si inceppa.

GUARDA IL VIDEO

L’uomo ferito – il 27enne Moreno Stocola – è stato trasportato d’urgenza all’ospedale civile di San Severo dove è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico all’addome. Prima di entrare in sala operatoria, però, ha riferito ai carabinieri il nome del suo aggressore precisando che il litigio, poi sfociato in sparatoria, era legato ad una richiesta estorsiva di 500 euro che De Angelis avrebbe preteso dalla vittima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questo motivo, lo stesso è accusato, al momento, anche di tentata estorsione, ma sul fatto sono in corso ulteriori accertamenti da parte dei carabinieri della stazione di San Nicandro Garganico e della compagnia di San Severo. De Angelis è stato individuato e bloccato dai militari due ore dopo il fatto, dopo una breve fuga prima a bordo del suo scooter e poi a piedi. Lo stesso aveva ancora all’interno del borsello l’arma utilizzata per ferire il 27enne: una pistola a salve modificata sulla quale era stata innestata una canna realizzata artigianalmente e perfettamente funzionante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento