Sanseverese spacciava marijuana, hashish e cocaina nei pressi delle scuole: arrestato

Per il fatto, gli agenti del Commissariato di San Severo hanno arrestato il 43enne Antonio Fernando Pinto per spaccio di sostanza stupefacente. Nelle sue disponibilità oltre 600 grammi di stupefacente, per potenziali 2500 dosi da cedere

Stupefacente sequestrato

Sorpreso con oltre mezzo chilo di marijuana. Un quantitativo in grado di generare oltre 2500 dosi da strada pronte per essere spacciate. Per il fatto, gli agenti del xommissariato di San Severo, nell’ambito degli intensificati servizi di controllo del territorio disposti dal Questore di Foggia, hanno arrestato il 43enne Antonio Fernando Pinto per spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, si è contrastato il pericoloso fenomeno dei spaccio proprio in luoghi sensibili e frequentati da adolescenti in quanto, è stato appurato, l’uomo era solito appostarsi nei pressi di plessi scolastici proprio nelle ore centrali della giornata, quando gli studenti prima o dopo l’orario di lezione si ritrovano fra loro. Il 43enne, al momento del controllo, ha mostrato segni di insofferenza, poi vistosi alle strette ha consegnato alla polizia il suo marsupio, all’interno del quale sono state recuperate numerose dosi di marijuana e hashish e 6 cipolline di cocaina.

Gli ulteriori accertamenti eseguiti a casa del Pinto, hanno consentito di rinvenire all’interno della lavatrice e su una mensola di casa ulteriore sostanza stupefacenti analoga a quelle rinvenute nel marsupio oltre due bilancini di precisione e a tutto l’occorrente per il confezionamento di dosi. Per il fatto, dopo gli ordinari adempimenti di polizia, l’uomo è stato accompagnato in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria, che ha convalidato l’arresto, mantenendo l’arrestato in carcere in attesa del processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • "Irresponsabile incoraggiare la didattica in presenza". Appello di Emiliano al mondo della scuola. "La mia non è una crociata"

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

Torna su
FoggiaToday è in caricamento