menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via-vai di giovani incastra giovane pusher: blitz dei carabinieri sotto casa, in manette 32enne

Accade a San Giovanni Rotondo. Sequestrata sostanza stupefacente, quale hashish e cocaina. Il giovane è stato prima sottoposto agli arresti domiciliari poi, a seguito di convalida, è stata disposta la presentazione quotidiana ai carabinieri

Via-vai di giovani sotto casa, giovane pusher arrestato dai carabinieri a San Giovanni Rotondo. E’ accaduto nel pomeriggio del 23 febbraio scorso, quando i militari hanno arrestato un 32enne del luogo, incensurato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari del Nucleo operativo e radiomobile, nel corso di opportuni servizi di prevenzione e repressione di reati in genere che in quest’ultimo periodo sono aumentati con l’ausilio di altre pattuglie provenienti dalla Compagnia di Intervento Operativo dell’11° Reggimento di Bari, si appostavano in un luogo prossimo all’abitazione del giovane arrestato, dove notavano un andirivieni di giovani, qualificati come possibili acquirenti di sostanza stupefacente.

Il servizio si è protratto fino a quando è stato notato lo stesso giovane arrestato uscire dal portone di casa e dirigersi verso un’autovettura parcheggiata a qualche decina di metri di distanza. A quel punto sono intervenuti i militari, bloccando i due soggetti: all’atto del controllo l’arrestato tentava di disfarsi di un involucro, lanciandolo contro un cancello, prontamente recuperato dai militari operanti. Si trattava di un pezzo di hashish del peso di circa tre grammi. L’operazione è proseguita con l’immediata perquisizione dell’abitazione dell’arrestato, a seguito della quale è stata recuperata altra sostanza dello stesso tipo di quella già recuperata, del peso complessivo di circa 22 grammi suddivisa in più pezzi ed una cipollina di 0,3 grammi di cocaina, oltre al materiale per il frazionamento in dosi, quali un bilancino di precisione elettronico ed un coltello a serramanico ancora intriso della sostanza tagliata.

A seguito di tale rinvenimento, che non potevano giustificare un uso personale, è scattato l’arresto del 32enne, che dopo le operazioni di rito è stato accompagnato presso la propria abitazione dove è rimasto agli arresti domiciliari fino al 25 marzo successivo. In tale data, nel corso della relativa udienza dinanzi al Tribunale di Foggia, è stato convalidato l’arresto e disposta la presentazione quotidiana ai carabinieri di San Giovanni Rotondo. Le analisi qualificative e quantitative eseguite sulla droga sequestrata, da parte degli operatori del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando provinciale di Foggia, hanno confermato la natura delle sostanze ed indicato che da quei quantitativi era possibile ricavare ben 298 dosi di hashish ed una dose di cocaina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento