Arresti ad Apricena, parla la moglie del sindaco Potenza: "Tutto si sgonfierà e tornerà più forte di prima"

"Restiamo uniti, Antonio appena possibile parlerà". Così Grazia Rita Fasanella, moglie del sindaco arrestato questa mattina nell'ambito dell'operazione 'Madrepietra' per i reati di concussione, abuso d'ufficio e peculato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La lettera della moglie di Antonio Potenza

La trasparenza, l'onestà e l'amore, sono i valori che insegniamo giornalmente ad Armando e Benedetta, i nostri figli. Niente da temere come sempre, grande fiducia nella magistratura, sempre e non solo quando ci conviene. È sereno, molto, si riposerà qualche giorno, ma ritornerà più forte di prima, statene certi. A chi oggi ha brindato gli dico che ha sbagliato di grosso perché tutto si sgonfierà. Tutto. Chiudo confidando nel detto che piace molto a mio marito: il bene vince sempre sul male e noi sappiamo fare solo bene. Ringrazio le centinaia di amici e cittadini che ci stanno facendo sentire la vicinanza e l'affetto. Vi saluto caramente,

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Taglio e piega a domicilio, nonostante il Coronavirus: sorpresa e denunciata parrucchiera abusiva

  • Feltri terrorizzato da Foggia: non lo ferma nemmeno il dramma del Coronavirus, è odio nei confronti del capoluogo

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento