Sparò al cognato per difendere sua sorella, arrestato per tentato omicidio

Savino Pompa è accusato di aver ferito Costantino De Cillis in un appartamento sito in Corso Roma. Nel blitz della Mobile sono stati arrestati anche una vicina di casa e il ferito trovato in possesso di droga

Arresto della polizia

Questa mattina gli agenti della Squadra Mobile di Foggia hanno arrestato Savino Pompa con l’accusa di tentato omicidio.

Dalle indagini svolte nel corso di queste settimane, è emerso che il 35enne sarebbe il cognato e allo stesso tempo l’autore del ferimento di Costantino De Cillis, che il primo giugno fu raggiunto da due colpi di pistola - che lo ferirono a un braccio e ad una gamba - in un appartamento di Corso Roma.

L’uomo avrebbe sparato per difendere sua sorella, moglie di De Cillis, che sarebbe stata minacciata e picchiata dal marito. Agli arresti domiciliari è finita anche N.E., vicina di casa di Pompa, ritenuta responsabile di aver aiutato il presunto attentatore a nascondere l’arma da fuoco.

Nel blitz è finito in carcere lo stesso De Cillis, per possesso di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento