menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vittima becca ladri e nasce colluttazione, cittadino vede la scena e chiama i carabinieri: un arresto e un complice in fuga

Il ladro di San Severo stava cercando, insieme ad un complice che si è dato alla fuga, di portar via un furgone Fiat Doblò a Lucera

Proseguono senza sosta i controlli da parte dei carabinieri della compagnia di Lucera volti a prevenire e reprimere reati contro il patrimonio e quelli legati allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Nell’ambito dei mirati servizi svolti nella scorsa domenica, che hanno interessato tutte le principali vie e piazze del centro Federiciano, i militari si sono imbattuti in un soggetto di San Severo già noto alle forze di polizia “in trasferta” nella città lucerina, arrestato mentre stava cercando di rubare un furgone Fiat Doblò parcheggiato lungo la pubblica via.

Il tentato furto e l'arresto

Intorno alle 19 una gazzella del nucleo radiomobile - dopo aver controllato mezzi e persone sospette - riceve dalla centrale operativa una richiesta di intervento per un furto in atto denunciato al 112 da un cittadino che stava assistendo alla scena. 

Giunti sul posto i militari hanno notato il malvivente che cercava di divincolarsi dalla presa del proprietario del mezzo che lo aveva colto nel pieno dell’azione criminosa, mentre con un complice, riuscito a scappare e a far perdere le proprie tracce, stava cercando di portar via il suo furgone Fiat Doblò.

Bloccato dai carabinieri, il ladro è stato caricato a bordo dell’autoradio condotta dai militari di Faeto mpegnati nell’attività di controllo del capoluogo lucerino prontamente intervenuti sul posto per dare manforte ai colleghi del radiomobile.

A seguito di perquisizione personale sono stati rinvenuti e posti sotto sequestro arnesi atti allo scasso.

L'arrestato, noto alle forze dell’ordine e già gravato della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per un altro furto, è stato  dichiarato in stato di arresto per i reati di tentato furto aggravato in concorso e porto di arnesi atti allo scasso.

Dopo la convalida dell'arresto, nei suoi confronti è stata applicata la misura dell’obbligo giornaliero di presentazione alla polizia giudiziaria.

Le indagini proseguono per individuare il complice riuscito a darsi alla fuga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento