Kalashnikov, micce per ordigni e chili di droga: disoccupato 39enne arrestato nel maxi sequestro

Un arsenale riconducibile a Gennaro Tumolo, 39enne disoccupato: i militari dovranno capire se si tratta di un mero custode di armi e stupefacente oppure se lo stesso abbia un ruolo attivo nella scena criminale sanseverese

Tre kalashnikov con circa 200 colpi, micce a lenta combustione e droga. Tanta droga: almeno 5 kg di hashish e mezzo chilo di cocaina già tagliata e confezionata in dosi pronte all’uso. E’ quanto scoperto dai carabinieri di San Severo, all’interno di un garage, in pieno centro. Un vero e proprio arsenale riconducibile ad un 39enne del posto, arrestato dai militari.

Si tratta di Gennaro Tumolo, attualmente disoccupato: i militari dovranno capire se si tratta di un mero custode di armi e stupefacente oppure se lo stesso abbia un ruolo attivo nella scena criminale sanseverese. L’operazione è scaturita a seguito di un normale controllo, durante il quale l’uomo è stato trovato in possesso di un panetto di hashish di circa 100 grammi, nascosto nella tasca del cappotto.

La perquisizione è stata quindi estesa anche alla sua abitazione e ad un box di sua pertinenza. Ed è proprio nel garage che i militari hanno scoperto l’arsenale: tre fucili mitragliatori kalashnikov, perfettamente funzionanti e con i caricatori già carichi ed inseriti, un revolver con matricola abrasa, circa 200 colpi calibro 7,62 e 38 special e 7 micce a combustione lenta per il confezionamento di ordigni artigianali. Insieme a tutto ciò, vi erano 5 kg di hashish, 500 gr di cocaina, già confezionata in dosi e tutto il materiale necessario per il taglio e confezionamento.

IL VIDEO DEI CARABINIERI

Lo stupefacente sequestrato ha un valore commerciale di oltre 100mila euro. L’uomo, dichiarato in stato di arresto, è stato tradotto presso il carcere di Foggia. Sulle armi sequestrate verranno effettuati accertamenti tecnici volti a verificare il loro utilizzo in pregressi eventi criminosi. Si tratta di una delle numerose operazioni messe a segno a San Severo, dopo nelle ultime settimane sono stati sequestrati ingenti quantitativi di stupefacente e ordigni artigianali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’attenzione delle forze dell’ordine resta sempre altissima - ha spiegato il comandante provinciale dei carabinieri di Foggia, Antonio Basilicata - stiamo raccogliendo i frutti di una attività capillare portata avanti nel tempo, che sta spronando la cittadinanza a collaborare. Un esempio è l’arresto per truffa messo a segno sempre a San Severo pochi giorni fa, grazie alla prontezza di una telefonata al 112. Un’apertura che registriamo non solo a San Severo, ma in tutti i centri della provincia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento