Paura e follia a San Severo, irrompe sul lavoro e punta un arnese alla gola della madre: “Dammi i soldi o ti ammazzo”

Accade a San Severo, dove gli agenti del commissariato cittadino hanno posto fine agli atti di maltrattamento subiti dalla vittima arrestando il figlio tossicodipendente per i reati di maltrattamenti in famiglia ed estorsione

Immagine di repertorio

Figlio tossicodipendente maltratta ed estorce denaro alla madre. In una giornata di follia, si introduce nell'abitazione in cui lavora la madre e, puntandole un arnese alla gola, la minaccia: “Dammi i soldi o ti ammazzo”.

Accade a San Severo, dove lo scorso 22 aprile, gli agenti del commissariato cittadino hanno posto fine agli atti di maltrattamento subiti dalla vittima arrestando il figlio per i reati di maltrattamenti in famiglia ed estorsione.

Dopo la denuncia della donna, risalente al 18 aprile scorso, la stessa si era rifugiata a casa della sorella per sottrarsi alle aggressioni del figlio, ma questi, non trovandola a casa è andato cercarla sul posto di lavoro, dove si è reso responsabile di danneggiamento prendendo a calci il portone d’ingresso e l’auto del datore di lavoro.

Durante la stessa giornata, il giovane ha raggiunto anche l’abitazione del padre e dell’attuale moglie dove ha aggredito fisicamente la donna, chiedendo soldi con prepotenza. Infine, in serata, mentre la madre era a lavoro presso l’abitazione di un anziano, il giovane si è arrampicato tramite il condotto esterno del gas, guadagnando l’accesso sul balcone e dopo aver infranto il vetro dell’infisso, si è introdotto in casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto, ha puntato un arnese appuntito alla gola della madre, urlandole contro che se non gli avesse dato i soldi l’avrebbe ammazzata. Ottenuto quanto richiesto il giovane è fuggito, ma poco dopo è stato fermato dagli agenti, il quali dopo aver formalizzato l’arresto, lo hanno accompagnato in carcere, dove è a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ultima ora: rinvenuto cadavere di un uomo

  • Francesco è "grave ma stabile", altre ferite compatibili con un'arma da taglio: è caccia agli autori della violenta rapina

  • Regionali Puglia 20 - 21 settembre: come si vota

  • Ultima ora: violenta rapina in un bar di Foggia

  • Referendum costituzionale 20 - 21 settembre: cosa e come si vota

  • È morto Rocco Augelli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento