Cronaca San Severo

Era agli arresti domiciliari, ma andava in giro in macchina con l’amico pregiudicato

Matteo Cartanese è stato sorpreso mentre era in macchina 33enne sottoposto all’affidamento in prova ai servizi sociali in sostituzione della pena detentiva

Benché sottoposto alla misura degli arresti domiciliari ed autorizzato a svolgere attività lavorativa presso un’ azienda agricola, un 36enne pluripregiudicato di San Severo veniva sorpreso - dagli agenti del commissariato di polizia, con l’ausilio del reparto Prevenzione Crimine di Bari - a bordo di una Fiat Punto condotta da un altro pregiudicato 33enne sottoposto all’affidamento in prova ai servizi sociali in sostituzione della pena detentiva.


La presenza in macchina di Matteo Cartanese non sfuggiva agli operatori del 113, che immediatamente procedevano a fermarlo per procedere ad un ordinario controllo. Gli immediati accertamenti evidenziavano appunto la posizione dell’uomo e del conducente dell’autovettura, che risultava altresì privo della patente di guida in quanto revocatagli. Pertanto il Cartanese veniva condotto presso la casa circondariale di Foggia a disposizione dell’A.G. e il M.M. veniva denunciato per guida senza patente e violazione degli obblighi imposti dall’A.G..

Non è la prima volta che Cartanese sfugge alle maglie della detenzione domiciliare, motivo per il quale era già stato denunciato in passato. L’ultimo episodio risale  a fine settembre quando alla guida di un’autovettura, per sottrarsi al controllo, si dava alla fuga abbandonando l’auto

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Era agli arresti domiciliari, ma andava in giro in macchina con l’amico pregiudicato

FoggiaToday è in caricamento