Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca San Severo

Dall’arresto di un giovane pusher in strada al ritrovamento di 18 ordigni in un sottoscala

La polizia del Reparto Prevenzione Crimine ha arrestato un ventenne per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Nel sottoscala della sua abitazione trovati 18 manufatti artigianali contenenti polvere pirica (si procede a carico di ignoti)

A San Severo nel corso di controlli mirati alla repressione e prevenzione dei reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, gli agenti della polizia hanno arrestato Francesco Pio Perillo, sanseverese classe 1997.

Alle ore 21,30 circa del 20 gennaio, gli uomini in divisa, nel percorrere via Napoli, hanno individuato un giovane che senza casco era alla guida di un ciclomotore Piaggio. L’equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine ha intimato l’alt ma il ventenne si è dato alla fuga per le vie cittadine. Bloccato dopo un breve inseguimento, il Perillo ha mostrato subito un atteggiamento di nervosismo ed insofferenza al controllo, per cui gli agenti hanno proceduto a perquisire sia il giovane che il mezzo, rinvenendo, nella tasca destra del giubbino una bustina in cellophane contenente 0,60 grammi circa di hashish e grammi 12.60 circa di marijuana divisa in undici porzioni; nella tasca sinistra del giubbino è stato trovato un cellulare. Con l’ausilio di un altro equipaggio R.P.C., gli agenti hanno esteso la perquisizione nella sua abitazione, dove, nell’armadio della camera da letto, occultata tra gli indumenti, c’era una bustina contenente 0.70 grammi circa di marijuana. Il tutto è stato posto a sequestro penale.

Francesco Pio Perillo, è sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione della Procura della Repubblica di Foggia. Il ciclomotore, da un ulteriore controllo, è risultato mancante di copertura assicurativa RCA e il ragazzo, oltre a guidare senza casco, è risultato sprovvisto di patente, ragion per cui si è proceduto ad elevare le dovute contravvenzioni amministrative.

Inoltre nel sottoscala al piano interrato della palazzina sono stati rinvenuti un taglierino, un coltello con evidenti tracce di sostanza stupefacente, due forbici in ferro, sette bilancini di precisione, due rotoli in alluminio e tre rotoli in film plastico atti al confezionamento di stupefacente, un grinder, due macchine sottovuoto, una targa di ciclomotore, due cellulari e 18 manufatti artigianali contenenti polvere pirica con innesto di accensione. Non potendosi determinare la titolarità di quanto rinvenuto, il predetto materiale è stato sequestrato e si procede a carico di ignoti. L’attenzione mostrata dall’equipaggio della Polizia di Stato per l’infrazione al Codice della Strada ha permesso ancora una volta di contrastare il fenomeno dei reati relativi agli stupefacenti assicurando il malfattore alla giustizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dall’arresto di un giovane pusher in strada al ritrovamento di 18 ordigni in un sottoscala
FoggiaToday è in caricamento