Colpito da mandato di cattura europeo, era in un casolare abbandonato sulla statale 16: arrestato

23 anni, è stato trovato ed arrestato dagli agenti della Polizia di San Severo e del Reparto Prevenzione Crimine. E' condannato alla pena di un anno di reclusione per reato contro il patrimonio commesso in Bulgaria

Ieri, 22 giugno, agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Polizia di San Severo e del Reparto Prevenzione Crimine, nel corso di un servizio di controllo e prevenzione del territorio, rivolto a contrastare i reati predatori commessi nelle aree rurali, hanno tratto in arresto un uomo di 23 anni, bulgaro, colpito da mandato di arresto europeo emesso in data 14.06.2019 dalle autorità bulgare. L’uomo è stato individuato dagli agenti, dopo varie ricerche, in un casolare abbandonato lungo la SS16.

Era ricercato, poiché condannato alla pena di un anno di reclusione per  reato contro il patrimonio, commesso in Bulgaria nel luglio 2015. Il bulgaro, dopo le formalità di rito, è stato condotto in carcere presso la locale casa Circondariale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento