Urla e paura in strada: folle picchia donna con violenti pugni, la vittima è ricoverata in prognosi riservata

E' successo a San Severo. I carabinieri hanno fatto intervenire un'ambulanza del 118 che ha prestato le prime cure alla donna, poi ricoverata presso gli Ospedali Riuniti di Foggia

Immagine di repertorio

Aveva brutalmente aggredito una connazionale, costringendola al ricovero in prognosi riservata. Per il fatto, i carabinieri della Sezione Radiomobile di San Severo hanno arrestato un cittadino bulgaro di 34 anni, Genov Radoslav, censurato e senza fissa dimora.

L’uomo, secondo quanto ricostruito dai militari, lo scorso sabato notte, aveva aggredito e preso a pugni una propria connazionale, quarantenne, anch’essa senza fissa dimora, per futili motivi. I carabinieri, nel corso del normale servizio di controllo del territorio nella zona commerciale di via Soccorso, erano stati richiamati dalle urla della donna e, giunti sul posto, avevano notato che l’uomo - in evidente stato di alterazione psicofisica - stava picchiando la donna.

Bloccato l'esagitato, i carabinieri hanno fatto intervenire un'ambulanza del 118, il cui personale, dopo aver prestato le prime cure alla donna, l'ha poi trasportata prima presso il locale nosocomio, e successivamente presso gli Ospedali Riuniti di Foggia, dove è stata ricoverata, in prognosi riservata ma non in pericolo di vita, per gli accertamenti specialistici. L’arrestato, su disposizione della Procura della Repubblica di Foggia, è stato rinchiuso nella Casa Circondariale di Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento