menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Entra da paziente esce da ladro: con la scusa di una visita medica porta via smartphone, oggetto in oro e 2mila euro

Arrestato per il furto nell'abitazione di un medico a San Nicandro Garganico. A San Severo un giovane ha minacciato il vicino di casa con una pistola giocattolo

I carabinieri della stazione di San Nicandro Garganico hanno notificato ad un ragazzo già ristretto presso la casa circondariale di Foggia per un furto con strappo commesso nel mese di agosto, un ulteriore provvedimento restrittivo a seguito di una minuziosa attività d’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Foggia.

I militari dell’Arma sono riusciti a raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico del soggetto relativamente ad una rapina in abitazione, avvenuta lo scorso settembre, presso la dimora di un medico di base.

In quell’occasione, il giovane, introdottosi in casa con la scusa di una visita medica, aveva sottratto uno smartphone al figlio del medico, asportato un monile d’oro e oltre 2mila euro in contanti.

La positiva conclusione delle indagini è stata resa possibile, oltre che dalla determinazione dei Carabinieri di assicurare alla giustizia il pericoloso malvivente, dalla visione dei sistemi di videosorveglianza e dalla collaborazione delle persone informate sui fatti.

I carabinieri della stazione di San Severo, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare a firma del gip del tribunale di Foggia, hanno sottoposto agli arresti domiciliari un ventiquattrenne di San Severo.

Il giovane, già sottoposto all’obbligo di dimora per dei furti di autovetture commessi in Molise e per i quali era stato già arrestato dai carabinieri, lo scorso novembre si era reso responsabile di una minaccia, aggravata dall’utilizzo di un’arma poi rivelatasi un giocattolo, ad un suo vicino di casa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento