menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

San Marco in Lamis, incendiò l'autovettura dei Martino: incastrato dalle telecamere e arrestato

Il ragazzo è ritenuto l’autore dell’incendio del 19 ottobre avvenuto a San Marco in Lamis in via Lungoiana. Ad incastrarlo le telecamere comunali e private

Nel primo pomeriggio di mercoledì scorso i carabinieri della Stazione di San Marco in Lamis, al termine di una complessa e articolata attività di indagine, consistita anche nell’analisi di tutte le registrazioni delle telecamere comunali e private presenti in paese, hanno arrestato Angelo Modola, classe ’98, nullafacente già noto alle forze dell’ordine e legato – secondo i carabinieri del comando provinciale di Foggia – da stretti vincoli di parentela alla famiglia Di Claudio di Rignano Garganico, coinvolta in passato, insieme a quella rivale dei Martino - così come riportato dai carabinieri del comando provinciale di Foggia - in un’autentica guerra volta al controllo criminale del territorio, e culminata nell’operazione ‘Free Valley’ condotta dalla compagnia di San Giovanni Rotondo e dal Reparto Operativo Carabinieri di Foggia sotto la direzione della DIA di Bari, che aveva portato a numerosi arresti, condanne e sequestri (le assoluzioni).

Le immagini dell'incendio dell'autovettura

Modola è stato arrestato in esecuzione di un provvedimento di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari, Direzione Distrettuale Antimafia, cui ha fatto seguito l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere da parte del Gip del Tribunale di Foggia, poiché ritenuto responsabile dell’incendio dell’autovettura di un 25enne del posto del nucleo familiare dei Martino, commesso il 19 ottobre scorso intorno alle 4 in via Lungoiana.

Le precisazione dell'avv. Gaggiano, legale di Modola

L’incendio, che era stato domato dai vigili del fuoco di San Severo, intervenuti sul posto insieme ai militari della compagnia di San Giovanni Rotondo, aveva completamente distrutto altre due autovetture parcheggiate vicino di proprietà di un agricoltore e di un pensionato. L’arrestato, al termine delle operazioni di rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Foggia a disposizione dell’autorità giudiziaria. Le indagini proseguono al fine di accertare il movente dell’azione delittuosa e di individuare eventuali mandanti e/o fiancheggiatori

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Attualità

L'impianto di compostaggio di San Severo si farà: ha vinto Saitef, il Consiglio di Stato certifica il 'pasticcio' del Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento