Cronaca Cerignola

Cede droga agli acquirenti, ma arrivano i carabinieri: 22enne reagisce con calci e pugni

Un 22enne di Cerignola, sorpreso mentre cedeva delle dosi di stupefacente agli acquirenti, ha reagito esattamente così. Arrestato anche un 40enne sorpreso con 65 grammi di hashish e due di cocaina

I carabinieri della Stazione di Cerignola, in due distinte operazioni antidroga, una condotta nel pomeriggio di sabato, e l’altra nella mattinata di domenica, hanno arrestato prima Antonio Ruglio e Salvatore Pizzolorusso, classe ’94 e ’77.

Nel corso di un servizio di appostamento in piazza Nassiriya, i carabinieri decidevano di intervenire proprio mentre il Ruglio stava per cedere delle dosi di stupefacente ad alcuni acquirenti. Lo stesso, nonostante fosse stato colto di sorpresa dall’intervento dei militari, prima li colpiva con calci e pugni, e poi, nell’estremo tentativo di guadagnarsi la fuga, sbatteva il portone della propria abitazione in faccia ad un militare dell’Arma.

Gli uomini in divisa riuscivano comunque a bloccarlo e a dichiararlo in arresto per la detenzione di circa 2 grammi di cocaina. Ruglio già lo scorso novembre, alla vista dei militari, era fuggito abbandonando la propria autovettura, all’interno della quale i militari avevano trovato circa 5 grammi di cocaina.

Il militare, curato presso il pronto soccorso di Cerignola, se la caverà con 10 giorni di prognosi. Ruglio, per la gravità della sua condotta, è stato rinchiuso presso la  casa circondariale di Foggia. Dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di cocaina, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

Durante la seconda operazione, invece, i militari hanno notato l’atteggiamento sospetto di un uomo in via Cassino, dove la settimana scorsa era stato tratto in arresto un giovane pregiudicato trovato in possesso di un discreto quantitativo di hashish e cocaina. Hanno quindi deciso di controllarlo e, dopo averlo circondato, lo hanno perquisito.

La sensazione dei militari si è rivelata fondata. Con sé l’uomo, identificato poi proprio in Salvatore Pizzolorusso, soggetto già noto nell’ambiente dello spaccio di stupefacenti, aveva 65 grammi di hashish e due di cocaina. Il soggetto è stato quindi dichiarato in arresto, e poi sottoposto agli arresti domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cede droga agli acquirenti, ma arrivano i carabinieri: 22enne reagisce con calci e pugni

FoggiaToday è in caricamento