Borgo Mezzanone: slegavano cavi di rame rubati, arrestati

Avevano circa 250 kg di rame rubati a trasformatori Enel di Orta Nova e Borgo Incoronata che avrebbero fruttato circa 10mila euro nel mercato nero. Sono stati arrestati dai poliziotti di Manfredonia

Cavi elettrici

Gli agenti del commissariato di Manfredonia hanno arrestato due romeni della Squadra Mobile di Foggia con l’accusa di ricettazione. Sono stati colti in flagranza di reato nei pressi di Borgo Mezzanone mentre cercavano di sciogliere cavi elettrici.

I due, un 29enne e un 42enne, sono stati sorpresi in un casolare intenti a sciogliere quasi 250 kg di cavi asportati da alcuni trasformatori Enel di Orta Nova e Borgo Incoronata che avrebbero fruttato circa 10mila euro nel mercato nero.

I due extracomunitari hanno tentato invano la fuga.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento