Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Cerignola / Via Corsica

Rapinano supermercato, ma incontrano carabiniere e poliziotto: preso 17enne

E' accaduto a Cerignola, dove un 17enne incensurato è stato arrestato e sottoposto ai domiciliari. Recuperato il bottino: appena 60 euro. Intanto, si cercano i complici

Insieme ad altri due complici ha messo a segno una rapina ai danni di un supermercato di Cerignola. Difficile – se non impossibile – sarebbe stato risalire al 17enne incensurato se lo stesso non avesse incontrato prima un carabiniere libero dal servizio in fila alla cassa del market e poi gli agenti del commissariato cittadino.

Solo l’intensificazione dei servizi di controllo del territorio, infatti, ha consentito di arrestare, lo scorso sabato, un 17enne incensurato che - con altri due complici in corso di identificazione - aveva consumato una rapina ai danni di un supermercato. In particolare, erano le 18.30 quando il personale della Squadra Volanti del commissariato cittadino - su segnalazione della sala operativa della compagnia carabinieri - è intervenuta in via Corsica, dove era stata segnalata una rapina ad opera di tre giovani. All’interno del market vi era un carabiniere libero dal servizio.

I tre avevano fatto irruzione nel supermercato armati di cacciavite, coltello e pistola e, sotto la minaccia delle armi, si erano impossessati di una delle casse fuggendo poi a gambe levate per le vie cittadine. Il carabiniere, senza perdersi d’animo, ha inseguito uno dei tre giovani, riuscendo a bloccare un membro del gruppo che si è attardato a causa del peso della cassa, ingaggiando con lo stesso una furibonda colluttazione. All’esito dello scontro, il rapinatore ha mollato la cassa, divincolandosi dalla presa del militare e continuando la sua fuga per la vicina via Taormina.

Durante la fuga, i tre hanno abbandonato le armi, recuperate sulla strada dai carabinieri che hanno recuperato anche il “bottino” della rapina: appena 60 euro. All’insaputa degli agenti della volante, la scena della colluttazione era stata già vista da un altro agente del commissariato che si trovava in servizio in zona in abiti civili, che aveva immediatamente inseguito i tre che, tuttavia, accortisi della sua presenza si separavano.

Pertanto, l’agente è stato - gioco forza - costretto a seguirne uno, riuscendo a bloccarlo dopo alcune centinaia di metri, in via Ivrea. Dalla successiva estrapolazione delle immagini del sistema di video sorveglianza del supermercato, è emerso che il giovane fermato era quello che nelle immagini presentava l’abbigliamento più particolare e, quindi, più facilmente riconoscibile. Al termine delle operazioni di rito, su disposizione della competente Autorità Giudiziaria, il giovane è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinano supermercato, ma incontrano carabiniere e poliziotto: preso 17enne

FoggiaToday è in caricamento