rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Cerignola

Pistola in pugno, incensurato rapina supermarket (ma non fa i conti con la videosorveglianza): preso

Il 23enne, fino a sabato con la fedina penale pulita, credendo nel mito del facile guadagno, poco prima della chiusura dell’esercizio commerciale ha deciso di entrare in azione. E' stato incastrato dai filmati delle telecamere

Voleva probabilmente trascorrere un week end con più denaro nelle tasche, il 23enne M.A. incensurato di San Ferdinando di Puglia, che nella tarda serata di sabato ha messo a segno una rapina a mano armata in danno di un supermercato del posto, ma che dopo sole due ore dal fatto era già con le manette ai polsi.

A seguito della rapina, infatti, sono immediatamente intervenuti sul posto i carabinieri della locale Stazione che, coordinati dalla compagnia di Cerignola, hanno sviluppato un’immediata attività investigativa che ha portato all’identificazione del rapinatore quale autore del fatto delittuoso. Il giovane, fino a sabato con la fedina penale pulita, credendo nel mito del facile guadagno, poco prima della chiusura dell’esercizio commerciale, dopo aver fatto vari giri all’esterno del market, ha deciso di entrare in azione.

Con in pugno una pistola è entrato nel supermercato e, dopo aver minacciato la cassiera, si è impossessato di tutto il denaro contenuto all’interno del registratore di cassa, quantificato poi in poche centinaia di euro. La minuziosa descrizione fatta dai commessi del market e la visione delle immagini del sistema di videosorveglianza hanno permesso agli investigatori di riconoscere senza ombra di dubbio proprio il ragazzo, che rientrato a casa, è stato raggiunto dai militari e dichiarato in stato di arresto. Su disposizione del pm di turno il giovane è stato rinchiuso nel carcere di Foggia. Risponderà del reato di rapina aggravata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistola in pugno, incensurato rapina supermarket (ma non fa i conti con la videosorveglianza): preso

FoggiaToday è in caricamento