Aggredisce e rapina prostituta, arrestato 43enne. La minaccia: "Ora lavorerai per me"

Per i militari, l’uomo ricattava la donna: l’avrebbe lasciata in pace solo dopo che quest’ultima avesse guadagnato del denaro per lui. Il 43enne dovrà rispondere di rapina, estorsione ed induzione alla prostituzione

Ha avvicinato una prostituta e l’ha costretta a lavorare per lui. E’ quanto scoperto dai carabinieri della stazione di San Nicandro Garganico che, per il fatto, hanno arrestato per rapina, estorsione ed induzione alla prostituzione Luciano Biscotti, 43enne della cittadina garganica.

Secondo quanto ricostruito dagli uomini dell’Arma, il 43enne - dopo aver avvicinato una prostituta, convincendola a salire a bordo della propria macchina - ha aggredito la malcapitata afferrandola per i capelli e strappandole la borsetta con il portafogli e il cellulare. La donna, spaventata, non è stata capace di reagire. Nel frattempo, il 43enne ha accompagnato la vittima in un'altra località, ordinandole di prostituirsi. L’uomo, infatti, ricattava la donna: le avrebbe restituito la borsa e l’avrebbe lasciata in pace solo dopo che quest’ultima avesse guadagnato del denaro prostituendosi per lui. A quel punto, la donna ha acconsentito alle richieste pur di essere lasciata libera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo si è poi allontanato con la promessa che sarebbe tornato dopo un’ora. Rimasta sola, nell’impossibilità di mettersi in contatto diretto con le forze dell’ordine, la donna è riuscita a fermare un automobilista e a farsi accompagnare al comando stazione dei carabinieri di San Nicandro dove ha denunciato la sua disavventura, fornendo una precisa descrizione dell’uomo e della macchina sulla quale viaggiava. I carabinieri hanno quindi organizzato un servizio di appostamento sul luogo in cui l’uomo aveva lasciato la vittima. Dopo circa trenta minuti, i militari hanno notato il veicolo descritto e lo hanno fermato. L’uomo, a seguito di perquisizione, è stato trovato in possesso della borsa della donna e di tutti gli altri oggetti a lei sottratti poco prima. Pertanto, è stato dichiarato in stato di arresto ed associato al carcere di Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento