Arrestato cerignolano per la rapina alla BPM di Ascoli Satriano

Il ragazzo 18enne di Cerignola avrebbe scavalcato il bancone e preso 2mila e 500 euro. A inchiodarlo Le riprese delle telecamere di videosorveglianza. Si cerca il complice della rapina

Rapina BPM Ascoli Satriano

I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cerignola hanno individuato uno dei presunti autori, M. A., classe 1993 incensurato di Cerignola, della rapina ai danni della BPM di Ascoli Satriano effettuata il 14 novembre 2011.

Pochi minuti dopo l’apertura della Banca, un giovane dal volto travisato, aveva fatto irruzione nell’Istituto di credito. All’interno, con mossa fulminea, aveva scavalcato il bancone e si era fatto consegnare il denaro presente nelle prime due casse in quel momento aperte, pari a circa 2.500 Euro. Mentre il rapinatore si faceva consegnare il denaro, un altro complice cercava inutilmente di entrare all’interno della banca battendo con pugni e calci contro la bussola, nel frattempo bloccata, posta all’ingresso.

Presi i soldi il giovane scavalcava nuovamente il bancone e guadagnava l’uscita. L’intera operazione è durata meno di due minuti.

Giunti sul posto i carabinieri hanno raccolto le testimonianze dei presenti, repertato tracce lasciate dal malvivente sul bancone e visionato le registrazioni delle telecamere dell’impianto di videosorveglianza di cui la banca è dotata.

Acquisite le immagini, gli investigatori le hanno confrontata con tutte quelle in loro possesso delle persone di interesse operativo dei comuni limitrofi e sono arrivati ad identificare uno dei presunti autori della rapina in M.A., diciottenne cerignolano.

Fermato presso la sua abitazione, in caserma i militari dell’arma hanno confrontato nuovamente le immagini estrapolate dall’impianto di videosorveglianza con il ragazzo fermato. Nelle disponibilità del giovane è stata rinvenuta la somma di 120 euro ritenuta parte del provento della rapina e per questo sottoposta a sequestro penale.

Considerata l’evidenza dei fatti i militari sottoponevano a fermo di polizia giudiziaria il M.A. ritenendolo responsabile di aver perpetrato la rapina ai danni della Banca Popolare di Milano in concorso con altri complici al momento ignoti. Dell’attività di polizia giudiziaria è stato informato il Sostituto Procuratore della Repubblica di turno presso il Tribunale di Foggia che ha disposto la traduzione della persona fermata presso la casa circondariale di Foggia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Foggia non ha convalidato il fermo ma ha emesso contestualmente, considerati i gravi indizi di colpevolezza raccolti dai Carabinieri, la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti del giovane. Sono in corso ulteriori indagini dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Cerignola per identificare gli altri complici.     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento