Cronaca Cerignola / Via Milano

Madre gli vieta di fumare in casa, ai domiciliari preferisce il carcere

Un pregiudicato di Cerignola si è presentato in caserma chiedendo di essere trasferito in carcere. Non sopportava di non poter fumare in casa. Era stato arrestato per tentato furto e resistenza a pubblico ufficiale

Si trovava agli arresti domiciliari per i reati di tentato furto e resistenza a pubblico ufficiale commessi il mese scorso, ma non ha retto la convivenza con la madre.

Per questo motivo D.N.P., 44enne pregiudicato di Cerignola, si è presentato nel cuore della notte alla caserma dei carabinieri con una borsa a tracolla contenente gli effetti personali, chiedendo di essere arrestato per il reato di evasione dagli arresti domiciliari.

Il motivo dei contrasti sarebbe dovuto al fatto che la madre non voleva che il figlio fumasse in casa, ubicata in Via Milano. Ironia della sorte, dopo aver fumato una sigaretta, per l’uomo si sono aperte nuovamente le porte del carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madre gli vieta di fumare in casa, ai domiciliari preferisce il carcere

FoggiaToday è in caricamento