Dava fuoco ai boschi del Gargano: preso piromane, incastrato dalle telecamere

Si tratta di un 56enne residente a Vico del Gargano. Gli incendi sono stati appiccati nell'estate 2013 tra Vico e Peschici. Le indagini condotte dal comando provinciale della Forestale

E' stato individuato grazie alle telecamere nascoste nel bosco e all'attività investigativa del personale del comando provinciale della Forestale di Foggia, il responsabile dei diversi incendi appiccati nel Gargano durante l'estate del 2013 nei comuni di Vico del Gargano e Peschici.

Il Nucleo di Investigazione Antincendio Boschivo affiancato dal personale del comando stazione di Umbra, applicando la tecnica investigativa con metodo MEF direttamente sul luogo dei fatti e con l'utilizzo della tecnologia per il controllo del territorio, ha accertato la responsabilità diretta di un uomo che in più occasioni aveva appiccato il fuoco attraverso micce incendiarie.

Le indagini, che si sono protratte per circa un anno, hanno messo in relazione diversi incendi verificatisi nella zona a poca distanza uno dall'altro, che presentavano le medesime modalità. Dopo diversi appostamenti e grazie al posizionamento di telecamere, è stata individuata con chiarezza la sequenza delle azioni dell'incendiario, dal suo avvicinamento con la macchina al ciglio della strada fino al lancio di micce incendiarie e al suo allontanamento.

IL VIDEO CHE INCASTRA IL PIROMANE DI VICO

Come evidenziato nelle riprese video, l'innesco ha provocato la combustione dell'erba secca sul bordo stradale e la successiva propagazione delle fiamme. Solo il pronto intervento del personale preposto ha consentito di contenere nel loro sviluppo e nei prevedibili danni.

L'attività investigativa proseguita mediante ulteriori riscontri ha individuato il presunto responsabile in un uomo di 56 anni residente a Vico del Gargano denunciato su delega della Procura di Foggia. Sono due i responsabili di incendio boschivo, individuati in questo anno grazie all'utilizzo delle telecamere e al miglioramento delle tecniche investigative e dei sistemi di analisi, messi a punto dal Corpo forestale dello Stato. Soltanto meno di due mesi fa un sanseverese era stato arrestato arrestato per aver incendiato la pineta di Serracapriola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento