Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Manfredonia

Fino a cento chiamate al giorno e minacce di morte via sms: arrestato 29enne

Diverso il tenore di conversazioni e messaggi: da suppliche amorevoli a minacce. Tutto finalizzato a recuperare una relazione finita ma che ha portato all'arresto di Pietro Iannone, di Cagnano Varano. E' quanto scoperto dai carabinieri

Fino a 100 telefonate al giorno ed altrettanti sms. Diverso il tenore delle conversazioni e dei messaggi: da suppliche amorevoli a minacce di morte. Tutto finalizzato a recuperare una relazione finita dopo qualche tempo di convivenza; tutti atteggiamenti che hanno portato, come unico risultato, all’arresto dell’inconsolabile Pietro Iannone, di Cagnano Varano, accusato di stalking nei confronti dell’ex convivente, una giovane donna di Manfredonia.

E’ quanto scoperto dai carabinieri sipontini: lo scorso venerdì, una giovane donna si era presentata in caserma spiegando la situazione di disagio, paura e pressione psicologica vissuta a causa dei comportamenti persecutori del suo ex fidanzato. Informata delle facoltà di legge a sua tutela e degli atti necessari per poter procedere nei confronti dell’uomo, la stessa decise di non presentare querela, chiedendo del tempo per riflettere.

Tempo due ore e, proprio nei pressi della caserma, due carabinieri liberi dal servizio hanno notato una coppia discutere animatamente, con la ragazza trattenuta dall’uomo. Uno dei militari ha riconosciuto la donna che poche ore prima si era presentata negli uffici e, senza esitazioni, hanno fermato l’uomo e accompagnato la donna al pronto soccorso perché lamentava dei forti dolori al braccio. Da quanto ricostruito, poco dopo aver abbandonato gli uffici della caserma, la donna si era imbattuta nell’ex, che l’aveva aggredita alle spalle e aveva iniziato a minacciarla di morte. A quel punto, l’aveva afferrata per un braccio, intimandole di seguirlo.

La donna avrebbe tentato più volte di divincolarsi, ma l’uomo la teneva stretta abbracciandola anche intorno al busto per impedirle qualsiasi movimento. La donna, inoltre, ha confessato in sede di denuncia di aver avuto una relazione sentimentale con Iannone interrotta nel marzo scorso a causa delle violenze subite; da quel momento, secondo la vittima, l’arrestato aveva messo in piedi una vera e propria strategia persecutoria: oltre un centinaio di chiamate al giorno e a qualsiasi ora e numerose minacce di morte, anche tramite sms. I carabinieri, accertata la veridicità del racconto, hanno proceduto all’arresto del 29enne, che  è stato associato al carcere di Foggia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fino a cento chiamate al giorno e minacce di morte via sms: arrestato 29enne

FoggiaToday è in caricamento