Manfredonia: aggredisce la moglie con una cinghia, arrestato pescatore

L'ultimo increscioso e violento episodio è avvenuto poco dopo la mezzanotte di sabato. Erano anni che l'uomo picchiava la consorte e i propri figli con calci, pugni e una cinta. I due erano da tempo separati

E’ terminato questa notte con un trauma contusivo al braccio, agli zigomi e con forti dolori addominali, oltre ad uno stato ansioso reattivo, l’incubo di una donna 37enne che per anni ha subito le pesanti violenze del marito, pescatore 41enne arrestato dai carabinieri di Manfredonia con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate.

Erano anni che L.F.B. scatenava la sua furia nei confronti di sua moglie e dei figli che spesso tentavano invano di difenderla. A mani nude o con una cinghia, l’uomo riempiva quotidianamente di botte la consorte colpendola spesso con calci e pugni, insultandola, minacciandola e costringendola spesso a ricorrere alle cure mediche.

Alcuni anni fa la vittima aveva trovato il coraggio di denunciare l’accaduto e di rivolgersi a un legale per chiedere la separazione dal marito bruto e violento. Nonostante questo tentativo, con la scusa di voler vedere i propri figli, l’uomo riusciva spesso ad entrare nell’appartamento e a comportarsi come sempre.

L’ultimo episodio è avvenuto poco dopo la mezzanotte di ieri. Il pescatore si è recato presso l’abitazione della donna con la pretesa di rimanervi tutta la notte. Al rifiuto della 37enne l’uomo ha cominciato ad aggredirla verbalmente e fisicamente. Nel marasma generale, la moglie è riuscita a divincolarsi e a chiamare il 112.
Con una cintura nera, L.F.B., prima che arrivassero i carabinieri ha proseguito la sua azione violenta anche nei confronti del figlio intervenuto in difesa della madre. L’intervento immediato dei militari del 112 ha messo fine a un incubo durato troppo tempo.

 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento