menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La serra trovata dalla polizia

La serra trovata dalla polizia

Aveva allestito una serra di marijuana nella casa da 'fuorisede': arrestato studente foggiano

In manette 27enne: la polizia ha scoperto nello sgabuzzino della casa in cui vive, una serra artificiale per la coltivazione della cannabis. Venti le piante in infiorescenza, altre ancora in vivaio. Per lui, rito direttissimo

Studente foggiano arrestato a Pescara: scoperta, nella sua abitazione da fuori sede, una serra artigianale per la coltivazione di marijuana. E' quanto scoperto dalla polizia che ha arrestato un 27enne del capoluogo dauno.

Verso le 13, gli agenti della sezione Antidroga della Squadra Mobile di Pescara si sono presentati presso la sua abitazione di via Genova, appostandosi in attesa del momento propizio per entrare, che si concretizzava quando dall’appartamento usciva la fidanzata del giovane (risultata estranea alla vicenda). Gli agenti sono entrati in casa cogliendo di sorpresa il 27enne che, nonostante l’ora, veniva trovato dormire profondamente nel suo letto.

Alla vista dei poliziotti il giovane non ha potuto fare altro fare altro che indicare alcuni contenitori, poggiati su un tavolo di quella stessa camera, in cui nascondeva pochi grammi di marijuana e circa 30 grammi di hashish già suddiviso in “barrette” destinate alla vendita al dettaglio, nonché tre bilancini di precisione. L’accurata perquisizione dell’appartamento ha consentito di rinvenire, tra gli abiti dell’armadio e dentro la manica di una maglione riposto all’interno di un comò della camera da letto, tre panetti di hashish del peso complessivo di 270 grammi.

Il controllo degli uomini della questura si è esteso anche agli altri locali della casa ed in particolare ad uno sgabuzzino che, una volta aperto, palesava la sua vera destinazione. Al suo interno era stata infatti ricavata una vera e propria serra, con tanto di illuminazione artificiale temporizzata, ove erano state sistemate venti piante di marijuana, già in infiorescenza, sistemate in altrettanti vasi. Un foglio con su manoscritto in stampatello “neonatologia” e tanto di freccia indicava le piante più piccole e giovani. I poliziotti hanno recuperato, inoltre, un quaderno riportante cifre e nomi, su cui saranno avviati approfondimenti investigativi. Il giovane è stato tratto in arresto per i reati di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Su disposizione del Sost. Procuratore della Repubblica di Pescara che dirige le indagini, verrà giudicato con rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento