menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Picchia convivente per futili motivi, genitori chiamano i carabinieri: arrestato 39enne

La violenta aggressione è avvenuta a Panni. La coppia era in vacanza presso l'abitazione dei genitori di lui. La vittima è stata colpita alla testa e alle braccia

I carabinieri della compagnia di Foggia hanno tratto in arresto un uomo con l’accusa di maltrattamenti nei confronti della sua compagna (nella stessa giornata è stato arrestato un 33enne per lo stesso motivo). L’increscioso episodio è avvenuto a Panni, dove i militari del poso sono intervenuti presso un’abitazione su segnalazione di una coppia di anziani, che al 112 avevano riferito che il proprio figlio stava aggredendo la convivente e che non riuscivano a bloccarlo.

La coppia si trovava infatti presso l’abitazione dei genitori di lui per trascorrere un breve periodo di vacanza in occasione del Ferragosto. Il 39enne non aveva esitato a colpire più volte la donna alla testa e alle braccia procurandogli lesioni giudicate guaribili in otto giorni.

I militari fermavano Michele Morra davanti al portone di casa in evidente stato di agitazione. All’interno dell’abitazione i carabinieri provvedevano a soccorrere la donna che riferiva di essere stata aggredita con calci e pugni dall’uomo. Agli uomini in divisa la vittima ha riferito di essere stata aggredita per futili motivi, ma che analoghi episodi di violenza si erano verificati in maniera sistematica nei mesi antecedenti presso il loro appartamento a Prato. Episodi che la donna non aveva mai denunciato.

EPISODIO DI VIOLENZA IN STRADA A FOGGIA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento