"Paga o invio foto hot a tua moglie": così 23enne ai domiciliari 'istruiva' una donna per estorcere denaro

E' la vicenda consumata ad Ordona, e scoperta dagli agenti della squadra mobile di Foggia che, per il fatto, hanno arrestato un 23enne del posto

Immagine di repertorio

Ai domiciliari, istruiva una donna su come ricattare - utilizzando foto hot della vittima - un uomo, al fine di estorcergli denaro. E' la vicenda consumata ad Ordona, e scoperta dagli agenti della squadra mobile di Foggia che, per il fatto, hanno dato esecuzione all’ordine di applicazione di misura cautelare in carcere, emesso dal Gip del Tribunale di Foggia, nei confronti del 23enne del posto, Gianluca Spatuzza. 

L’attività investigativa, coordinata dalla locale Procura della Repubblica, è scaturita dalla denuncia sporta dalla vittima circa fatti accaduti alla fine del mese di giugno e l’inizio di luglio 2018. Supportate anche da attività tecniche, le indagini hanno consentito di appurare che il 23enne, mentre si trovava agli arresti domiciliari, “telecomandava” telefonicamente una donna, impartendole le direttive da seguire, al fine di estorcere del denaro ad un uomo con il quale la stessa aveva avuto uno scambio di conversazioni e foto intime sui social network.

Il ricatto, finalizzato nell’estorcere una somma di 750 euro, consisteva nel fatto che la donna avrebbe inviato le foto ritraenti l’uomo nudo alla moglie e ai parenti. La vittima riceveva messaggi estorsivi dalla donna in più occasioni, fino al momento della consegna della somma richiesta. L’arrestato dopo le formalità di rito è stato associato presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente mortale nel Foggiano: marito e moglie perdono la vita in un terribile impatto sulla Sp 141

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • In fuga su una Ferrari rubata lungo la Statale 16: polizia insegue la 'rossa' da 140mila euro, ladro scende e scappa

Torna su
FoggiaToday è in caricamento