Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Peschici

Peschici: “O licenzi quel dipendente o passi seri guai”, arrestato per estorsione

In questo modo, l'uomo poteva procurarsi l'ingiusto profitto di mantenere il controllo delle assunzioni nella cittadina garganica. Vittima e presunto estorsore sono parenti

“O licenzi quel dipendente o passi seri guai”. Per questa frase, Nicola Della Malva, 31enne di Peschici, è stato arrestato dai carabinieri in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Lucera. L’uomo dovrà rispondere del reato di estorsione.

Secondo quanto accertato dai militari, nel maggio scorso, l’uomo aveva costretto – minacciandolo di passare “seri guai” - un imprenditore del posto cui veniva intimato di licenziare un dipendente assunto dalla vittima per effettuare lavori di recinzione di un’area da destinare a villaggio turistico. In questo modo, il 31enne poteva procurarsi l’ingiusto profitto di mantenere il controllo delle assunzioni in quella località.

Nell’ordinanza cautelare  emerge chiaramente che le modalità della condotta tenuta dall’arrestato, di allarmante gravità, evidenziano un’assoluta mancanza di scrupoli da parte dell’indagato che non ha esitato ad affermare perentoriamente il suo ruolo criminale di controllo del territorio, incutendo un timore tale da ottenere senza particolari difficoltà l’obbedienza ai suoi voleri, sia da parte del datore di lavoro che da parte del lavoratore stesso, al quale peraltro l’estorsore è legato da un vincolo di parentela.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Peschici: “O licenzi quel dipendente o passi seri guai”, arrestato per estorsione

FoggiaToday è in caricamento