Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Monte Sant'Angelo

Topo d'appartamento arrestato in un bar, incastrato dalle telecamere e dai Ris

Nel maggio del 2013 svaligiò un appartamento a Monte Sant'Angelo. Nella sua abitazione sono stati sequestrati 18 coltelli a serramanico, gioielli, chiavi alterate e dei grimaldelli

E’ stato incastrato dalle immagini del sistema di videosorveglianza che lo hanno immortalato, chiaramente, mentre in compagnia di un complice armeggiava nei pressi di un appartamento che poco dopo sarebbe stato svaligiato.

Per questo, i carabinieri della stazione di Monte Sant’Angelo hanno arrestato, in esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari, Armilotta MIchele., 20enne di Monte Sant’Angelo, che dovrà rispondere del reato di furto aggravato.

Nel caso specifico, le indagini hanno permesso di accertare la responsabilità del 20enne nel compimento di un furto in abitazione, commesso nel maggio del 2013. In particolare, l’acquisizione delle immagini di telecamere di videosorveglianza, poste nei pressi del luogo, hanno consentito di riconoscere come l’arrestato fosse presente in zona in orari compatibili con l’evento.

Lo stesso, infatti, è stato filmato in una via adiacente mentre, insieme ad altro soggetto in corso di identificazione, controllava gli attrezzi da scasso da utilizzarsi per l’effrazione della porta di ingresso, ovvero un piede di porco ed un cacciavite. I militari, inoltre, nell’appartamento dove è stato consumato il furto, avevano modo di repertare tracce ematiche, certamente dovute ad una ferita procurata nell’azione di scasso.

I successivi esami svolti dai carabinieri del RIS di Roma, mediante la comparazione del DNA estrapolato dalle tracce ematiche, hanno consentito di accertare la compatibilità del profilo genetico estrapolato con quello dell’indagato, dimostrando quindi la responsabilità del ventenne nel reato.

Nel corso delle operazioni di arresto, avvenute in un bar del centro, il 20enne è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico, motivo per il quale è stato deferito anche per porto di oggetti atti ad offendere. Durante la perquisizione domiciliare, invece, i militari hanno recuperato un considerevole quantitativo di gioielli, altri 18 coltelli a serramanico, delle chiavi alterate e dei grimaldelli, e un dispositivo elettronico per la ricerca di microspie, tutto sottoposto a sequestro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Topo d'appartamento arrestato in un bar, incastrato dalle telecamere e dai Ris

FoggiaToday è in caricamento