menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il materiale rinvenuto nella roulotte

Il materiale rinvenuto nella roulotte

Mezzo milione di droga nella roulotte, arrestato meccanico ad Orta Nova

Quattrocento tavolette di hashish nascoste in una roulotte alla periferia del comune dei Cinque Reali Siti e stanate da Charon, il pastore tedesco dell'unità cinofila dei carabinieri di Modugno

Quaranta chili e mezzo di hashish nascosti in una roulotte piazzata all’esterno di una officina meccanica alla periferia del comune di Orta Nova, ad alcuni chilometri dal centro abitato. E’ l’ingente sequestro effettuato nel comune dei Cinque Reali Siti dai carabinieri del reparto operativo di Foggia che, per il fatto, hanno arrestato un meccanico del posto, M. P., di 44 anni.

I militari hanno sequestrato 400 tavolette di sostanza stupefacente, del peso di 100 grammi ciascuna che, secondo le analisi effettuate dal L.a.s.s., il Laboratorio Analisi Sostante Stupefacenti dell’Arma, avrebbero fruttato circa 130mila dosi, per un valore commerciale stimato di circa mezzo milione di euro.

Considerata la vastità del luogo da perquisire, è stato richiesto l’ausilio di una unità cinofila di Modugno: ad individuare il “deposito” della sostanza stupefacente è stata Charon, il pastore tedesco dell’Arma esperto nella ricerca della droga, che ha subito “puntato” verso la roulotte presente nel terreno circostante l’officina, anche questo di proprietà dell’insospettabile meccanico. Una volta all’interno della “casa mobile”, i militari hanno trovato la sostanza stupefacente nascosta in due borsoni, a loro volta occultati sotto le panche del veicolo.

All’interno della roulotte – secondo gli inquirenti tenuta volutamente in pessime condizioni igienico-sanitarie, con carcasse di topi e piccoli roditori, in grado confondere il fiuto dell’animale, ostacolandone di fatto il lavoro – i militari hanno sequestrato anche una bilancia da cucina, 15 cartucce calibro 12 ed una riproduzione di pistola priva di tappo rosso. Sul fatto sono in corso ulteriori indagini per individuare il mercato al quale erano destinati i 40 chili di hashish sequestrati, intercettati in fase “d’appoggio”, così come in gergo viene definita la fase intermedia di deposito della sostanza stupefacente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento