Giovani rapinati sulla Statale 16: poliziotto riconosce e fa arrestare uno della gang

Si tratta di Matteo Scalera, di 48 anni. Per la polizia ha preso parte alla rapina avvenuta lo scorso maggio, lungo la strada statale 16, in danno di tre giovani cerignolani derubati di contanti e auto

Il 48enne Matteo Scalera

Con l’accusa di rapina aggravata in concorso, detenzione di armi, ricettazione, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, gli agenti della squadra mobile di Foggia e del commissariato di Cerignola hanno eseguito un provvedimento restrittivo in carcere, nei confronti del pluripregiudicato cerignolano Matteo Scalera di 48 anni.

La misura scaturisce dall’incessante opera di monitoraggio del territorio svolto dai componenti del gruppo investigativo che, lo scorso 24 maggio, ha consentito di intercettare in località “Pozzo Terraneo” di Cerignola un’autovettura Fiat Bravo risultata di provenienza furtiva e utilizzata per mettere a segno una rapina lungo la strada statale 16, ad opera di quattro individui armati e travisati da passamontagna.

Il commando, secondo quanto ricostruito dalla polizia, aveva speronato e derubato poco prima un’Audi in transito lungo la stessa direttrice con a bordo tre giovani cerignolani. Dietro la minaccia delle armi, i quattro hanno rapinato gli occupanti della macchina, uno dei quali, imprenditore cerignolano, aveva con sé alcune decine di migliaia di euro. Consumato il colpo, il commando si è diviso: due sono fuggiti con il proprio mezzo, gli altri a bordo dell’auto dei malcapitati.

Per la polizia, alla guida della Fiat Bravo, vi era Scalera che è stato riconosciuto da uno dei poliziotti intervenuti sul posto dopo aver intercettato l'auto segnalata dalle vittime. Calzava ancora, senza nascondere il viso, il sottocasco di colore nero utilizzato mettere a segno la rapina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo stesso, alla vista della polizia, ha schivato l’auto di servizio fuggendo a forte velocità e facendo perdere le sue tracce. Le successive indagini hanno permesso agli agenti di acquisire certi elementi probatori a carico dello stesso circa l’utilizzo di tale autovettura nella commissione della rapina e la sua partecipazione alla stessa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento