Orrore in città, picchiava la moglie anche davanti ai figli minorenni (che minacciava di rinchiudere in una casa famiglia): arrestato

Arrestato e portato in carcere dalla Squadra Mobile un 42enne di Foggia per maltrattamenti in famiglia e stalking

Fine di un incubo per una donna di Foggia, per i suoi tre figli minorenni e per il compagno di lei. Su richiesta del pm Vincenzo Bafundi il Gip del Tribunale del capoluogo dauno, Maria Lusia Bencivenga ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita dagli agenti della Squadra Mobile, all'indirizzo di un 47enne accusato di maltrattamenti e atti persecutori della ex moglie, picchiata anche davanti ai tre figli minori.

Decisiva per le indagini, coordinata e diretta in applicazione della recente normativa sul codice rosso, la querela formalizzata nei mesi scorsi dalla donna che agli investigatori della sezione 'reati contro la persona', riferiva di condotte vessatorie e offensive, umilianti e spesso violente che subiva ormai da dieci anni, da quando i due avevano deciso di unirsi in matrimonio.

Le dichiarazioni della donna trovavano riscontro nel racconto di alcuni testimoni, nonché da alcuni interventi di polizia compiuti in occasioni dei litigi della coppia. Per queste ragioni nell'ottobre del 2018 la vittima aveva avviato un procedimento di separazione e si era trasferita insieme ai figli presso l'abitazione materna.

Da allora sono cominciati per lei episodi di stalking con continui pedinamenti e appostamenti sotto la sua abitazione. In un'occasione l'uomo aveva tentato di introdursi in casa dal balcone, mentre il 4 dicembre dello scorso anno la malcapitata aveva trovato il suo appartamento messo a soqquadro, mobili ed effetti personali distrutti. 

La donna avrebbe raccontato di essere stata malmenata e strattonata per i capelli in più di una occasione, anche per strada e in presenza di persone estranee, e che l'ormai ex marito non avrebbe esitato a picchiare i tre figli quando questi si intromettevano durante i litigi. 

L'uomo avrebbe inoltre più volte, di notte, citofonato con insistenza e minacciato la moglie che le avrebbe tolto anche la custodia dei bambini, ai quali avrebbe rivolto le stesse intimidazioni: "Vi faccio rinchiudere in una casa famiglia" la minaccia.

Dalle indagini è emerso anche che il 16 giugno scorso il 47enne avrebbe colpito il nuovo compagno di lei con un pugno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento