Incidente shock, ubriaco si schianta a 120 km/h contro un’auto e aggredisce carabinieri: arrestato

Il giovane, Nicola Enrico Maria Di Lernia, è stato arrestato dai carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento, e denunciato per guida sotto l’effetto di stupefacenti e sostanza alcoliche

Immagine di repertorio

Si schianta a velocità folle contro un’auto parcheggiata in strada, poi aggredisce i carabinieri: arrestato 33enne. E' accaduto alle prime ore del mattino, quando un giovane del posto, Nicola Enrico Maria Di Lernia è stato arrestato dai carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. 

Le immagini video dell'incidente

L'incidente è avvenuto a Margherita di Savoia, in questo periodo gremita di turisti, in pieno centro. Il giovane si è schiantato a 120 km/h contro un’autovettura in sosta. Giunti sul posto, i carabinieri - allertati per prestargli assistenza e per i rilievi del caso - sono stati aggrediti dal giovane, peraltro sprovvisto di patente perché sospesa, e di assicurazione.

Il 33enne, nonostante le ferite riportate (per le quali necessitava di un ricovero presso il reparto di ortopedia dell’ospedale di Barletta), invece di farsi aiutare dai militari, preso dai fumi dell’alcol e degli stupefacenti, prima ha minacciato e offeso i carabinieri, poi si è avventato contro gli stessi, venendo immediatamente bloccato e dichiarato in stato di arresto. 

Lo schianto, ripreso dai sistemi di videosorveglianza di alcuni esercizi pubblici, ha lasciato a bocca aperta i militari: il filmato mostra chiaramente la velocità folle a cui l’uomo, in una strada centralissima della cittadina, viaggiava, rischiando seriamente di investire qualcuno. L’uomo, sottoposto agli arresti domiciliari presso l’ospedale di Barletta per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento, è stato anche denunciato in stato di libertà per guida sotto l’effetto di stupefacenti e sostanza alcoliche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento