"Avete sequestrato l'auto di un mio parente". Calci e pugni contro i carabinieri: arrestato 26enne di Margherita

Finisce ai domiciliari un 26enne di Margherita di Savoia, che ha minacciato, insultato e aggredito i militari impegnati in un posto di blocco in via Barletta

Immagine di repertorio

Si avvicina al posto di blocco e inizia ad insultare e minacciare i carabinieri in servizio. Il motivo? Era erroneamente convinto che, durante un precedente posto di controllo, i militari avessero sequestrato l’autovettura ad un suo familiare.

Così un 26enne di Margherita di Savoia è andato in escandescenza, arrivando a scagliarsi contro i militari, che lo hanno quindi arrestato, in flagranza, per resistenza a pubblico ufficiale. Il fatto è successo in via Barletta, dove il giovane, che si trovava a piedi a breve distanza dagli operatori, ha cominciato ad ingiuriarli e a minacciarli. Invitato a calmarsi e a fornire i documenti di identità o le sue generalità, lo stesso si è rifiutato.

Ha poi spintonato uno degli operanti e si è allontanato. Raggiunto per essere controllato, si è scagliato violentemente contro i carabinieri, colpendoli ripetutamente con calci e pugni, fino a quando i militari, con l’ausilio dei colleghi motociclisti della sezione radiomobile di Cerignola e utilizzando lo spray urticante in dotazione, lo hanno immobilizzato.

Condotto in caserma, è stato compiutamente identificato e dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale. Dopo le formalità di rito, il 26enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Per lui è scattata anche una denuncia in stato di libertà alla procura della Repubblica di Foggia per rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento