Cronaca

"Avete sequestrato l'auto di un mio parente". Calci e pugni contro i carabinieri: arrestato 26enne di Margherita

Finisce ai domiciliari un 26enne di Margherita di Savoia, che ha minacciato, insultato e aggredito i militari impegnati in un posto di blocco in via Barletta

Immagine di repertorio

Si avvicina al posto di blocco e inizia ad insultare e minacciare i carabinieri in servizio. Il motivo? Era erroneamente convinto che, durante un precedente posto di controllo, i militari avessero sequestrato l’autovettura ad un suo familiare.

Così un 26enne di Margherita di Savoia è andato in escandescenza, arrivando a scagliarsi contro i militari, che lo hanno quindi arrestato, in flagranza, per resistenza a pubblico ufficiale. Il fatto è successo in via Barletta, dove il giovane, che si trovava a piedi a breve distanza dagli operatori, ha cominciato ad ingiuriarli e a minacciarli. Invitato a calmarsi e a fornire i documenti di identità o le sue generalità, lo stesso si è rifiutato.

Ha poi spintonato uno degli operanti e si è allontanato. Raggiunto per essere controllato, si è scagliato violentemente contro i carabinieri, colpendoli ripetutamente con calci e pugni, fino a quando i militari, con l’ausilio dei colleghi motociclisti della sezione radiomobile di Cerignola e utilizzando lo spray urticante in dotazione, lo hanno immobilizzato.

Condotto in caserma, è stato compiutamente identificato e dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale. Dopo le formalità di rito, il 26enne è stato sottoposto agli arresti domiciliari. Per lui è scattata anche una denuncia in stato di libertà alla procura della Repubblica di Foggia per rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Avete sequestrato l'auto di un mio parente". Calci e pugni contro i carabinieri: arrestato 26enne di Margherita

FoggiaToday è in caricamento