Cronaca

Manfredonia: minacce, lesioni e sputi contro l'ex, arrestato per stalking

Ci sarebbero anche lesioni provocate con l'utilizzo di un bastone in ferro, minacce di morte, un'irruzione in casa dopo lo sfondamento della porta d'ingresso e aggressioni a chiunque la frequentasse

Arresto polizia

Le ha lanciato persino bicchieri e sputi sul volto in un locale pubblico, l'uomo arrestato per stalking dagli agenti del commissariato di Manfredonia.

Si tratta di M.A., 32enne originario di San Giovanni Rotondo. Nei suoi confronti è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale del capoluogo dauno Domenico Zeno, su richiesta del pm Rosa Pensa.

L’uomo è accusato di stalking, lesioni aggravate e violazione di domicilio. Gli episodi denunciati dalla vittima e subiti anche dai suoi bambini sono numerosi: dall'invio di sms offensivi e minacciosi, alle offese in presenza di altre persone, dalle lesioni provocate alla donna, agli appostamenti sotto l’abitazione e davanti al luogo di lavoro; fino al tentato investimento della donna e del suo bambino, evitato soltanto grazie alla prontezza di riflessi della vittima che è riuscita a salire sul marciapiede.

Ci sarebbero anche lesioni provocate con l'utilizzo di un bastone in ferro, minacce di morte, un’irruzione in casa e aggressioni a chiunque la frequentasse.

Ma l'episodio chiave è avvenuto la notte di Capodanno, quando gli agenti hanno risposto alla richiesta d’aiuto della vittima. Qualche ora prima, dopo avere cenato in casa con alcuni suoi amici, si era recata con loro in una piazzetta di Manfredonia per festeggiare il nuovo anno, dov’era presente anche l'ex fidanzato M.A. che, senza motivo, le ha gettato dello spumante addosso.

Alcune ore dopo, all'interno di un pub, l'uomo si è avvicinato all'ex compagna  sputandola e gettandole sugli occhi un altro bicchiere di spumante.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manfredonia: minacce, lesioni e sputi contro l'ex, arrestato per stalking

FoggiaToday è in caricamento