menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sbatte la testa della ex a terra, poi minaccia le amiche di morte: arrestato

L’uomo, un trentenne di Foggia, è stato arrestato dai carabinieri di Manfredonia, che lo hanno sorpreso mentre teneva la ex fidanzata per i capelli

Non riusciva ad accettare la fine della relazione, tormentata e fatta di continue violenze subite dalla donna e mai denunciate. L’ultimo episodio di una serie di atti persecutori e violenza privata da parte del trentenne alla fidanzata, risale a ieri sera, poco prima della mezzanotte, quando Antonio Lacivita, di Foggia, è stato intercettato dai carabinieri di Manfredonia mentre tratteneva per i capelli la vittima.

Dal racconto della donna è emerso che il 30enne l’aveva avvicinata mentre era in compagnia delle amiche chiedendole di dormire da lei. Al suo rifiuto, le si è avventato contro, prendendola per i capelli e sbattendole più volte la testa a terra. Al tentativo delle amiche di difenderla, l’aggressore aveva tirato fuori un coltello dalla tasca minacciandole tutte di morte.

Proprio in quel momento, a bordo di una macchina, transitava un parente delle ragazze e una pattuglia dei carabinieri, che bloccava l’uomo, che negli ultimi periodi era diventato più violento. La prima denuncia per lesioni era stata presentata a fine luglio. Al termine degli accertamenti è stato arrestato e sottoposto ai domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento