menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minaccia nipote per l’eredità: "Ti ammazzo, non ho nulla da perdere", arrestato

L'uomo ha promesso a sua nipote che sarebbe andata a fare compagnia al padre al cimitero e di non avere nulla da perdere per via dell'età. La storia andava avanti dal 2010

Atti persecutori: è questa l’accusa con la quale la polizia ha arrestato un pensionato di anni 82 nato a Monte Sant’Angelo e residente a Manfredonia, ora ai domiciliari.

La vittima è la nipote dell'uomo che un anno fa lo aveva anche denunciato. Dalle indagini è emerso che l'anziano nutriva un profondo sentimento di astio nei confronti della nipote  a causa dell'eredità di suo fratello, padre della vittima, che riguardavano un locale commerciale e un appartamento.

L’uomo avrebbe più volte minacciato la vittima e i suoi familiari, manifestando l'intenzione di dar fuoco allo stabile oggetto del contendere, aggiungendo "di non aver nulla da perdere considerata l’età" e promettendo alla nipote che sarebbe andata a fare compagnia al padre al cimitero.

Nel 2010 la donna aveva già presentato un atto di diffida nei confronti dello zio, invitandolo ad astenersi dal compiere atti molesti nei suoi confronti, comprensivi anche di esternazioni molto personali ed infamanti su di lei.

Al termine delle indagini il gip del tribunale di Foggia Domenico Zeno ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare che ha accolto le richieste del sostituto procuratore Giuseppina Gravina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento