rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca Manfredonia

Manfredonia: pretende le offerte dei fedeli e minaccia parroco, arrestato

L'uomo sosteneva di aver ricevuto dalla parrocchia "cibo vecchio ed avariato" e per questo pretendeva di essere in qualche modo "risarcito"

Un uomo di 35 anni, manfredoniano, è stato arrestato il giorno di capodanno dai carabinieri della compagnia sipontina che sono riusciti a sventare un tentativo – fallito – di estorsione ai danni di un sacerdote. E’ questo il primo arresto del 2013 operato dai militari dell’Arma nel Foggiano. Vittima delle pretese dell’uomo disoccupato, con precedenti per rapina, estorsione e furto - è don Fernando Piccoli, rettore della chiesa di San Lorenzo Maiorano, nella città del Golfo sipontino.

Subito dopo la conclusione della messa di capodanno - celebrata dall’arcivescovo mons. Michele Castoro, alla presenza delle autorità civili e militari della città - Luigi Milonia si è presentato in sacrestia pretendendo dal parroco il totale delle offerte dei fedeli raccolte durante il momento dell’offertorio.

L’uomo si era già recato in precedenza in chiesa e, con intimidazioni e minacce, era riuscito ad estorcere prima viveri e vivande, poi poche decine di euro. A sostegno delle sue pretese, l’uomo sosteneva di aver ricevuto dalla parrocchia “cibo vecchio ed avariato” e per questo pretendeva di essere in qualche modo “risarcito”.

In caso contrario, avrebbe dato notizia di questo “scandalo” alla stampa. La prima volta il sacerdote ha ceduto al ricatto dell’uomo consegnandogli poche decine di euro, ma quando ha visto il 35enne ripresentarsi in canonica, il primo giorno dell’anno, il parroco ha immediatamente allertato i carabinieri che sono intervenuti arrestando l’uomo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manfredonia: pretende le offerte dei fedeli e minaccia parroco, arrestato

FoggiaToday è in caricamento