Cronaca

"Apri la porta, ti devo parlare", ma è una scusa per minacciare la ex: arrestato

L'uomo, di 49 anni, è stato sottoposto alla misura dei domiciliari. Il fatto è successo lo scorso sabato sera, quando la vittima ha denunciato minacce e ingiurie avvenute anche dinanzi al figlio, di 9 anni

Immagine di repertorio

Si è presentato davanti alla porta di casa e, con la scusa di parlare, ha cercato di introdursi nell’abitazione. Visto il rifiuto netto dell’ex convivente, ha iniziato allora ad ingiuriare e minacciare pesantemente la donna, che ha allertato i carabinieri.

E’ quanto accaduto a Torremaggiore, dove i militari hanno arrestato il 49enne Luigi Angeloro per il reato di maltrattamenti in famiglia. Secondo quanto ricostruito dai militari, lo scorso sabato sera, l’uomo si era presentato a casa dell’ex convivente chiedendole di entrare per parlare. La vittima però - memore di precedenti occasioni in cui l’uomo con tale pretesto l’aveva aggredita ed insultata, pretendendo anche in alcune circostanze di avere dei rapporti sessuali con lei – ha immediatamente chiamato i carabinieri.

I militari, giunti sul posto dopo pochi minuti, hanno trovato l’uomo intento ad ingiuriare e minacciare pesantemente la donna. Dopo aver ricevuto la denuncia della stessa - che riferiva di ripetute minacce ed aggressioni, consumate anche di fronte al figlio dalla coppia di soli 9 anni - i carabinieri hanno raccolto altre testimonianze a riscontro di quanto denunciato per confermare i maltrattamenti subiti dalla donna. Il 49enne è stato così arrestato e sottoposto ai domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Apri la porta, ti devo parlare", ma è una scusa per minacciare la ex: arrestato

FoggiaToday è in caricamento